Kennedy

6 giugno 1968 veniva assassinato Robert Kennedy

Cinquantatré anni fa l’assassinio di Robert Kennedy.

Los Angeles, sala da ballo dell’Ambassador Hotel. Incontro con i sostenitori. Un breve discorso, saluti di circostanza. L’arrivo della sicurezza e il passaggio dalle cucine.

L’assassinio.

00:15. Colpi d’arma da fuoco. Il silenzio, la paura, la confusione più totale. Il futuro dell’America assassinato davanti a reporter, giornalisti e invitati. Era il 6 giugno 1968 e moriva Bob Kennedy. In poco tempo l’assassino fu catturato: si trattava di uomo di origine giordana, Sirhan B. Sirhan, prima condannato alla sedia elettrica poi, dopo l’abolizione della pena in California, all’ergastolo. La teoria della congiura ha popolato i quotidiani di tutto il mondo. Troppi spari, troppo ravvicinati tra di loro per una pistola come quella dell’attentatore, vecchia e forse poco maneggevole. Ancora tanti i misteri da risolvere.
L’America due mesi prima aveva assistito con orrore ad un altro assassinio, quello di Martin Luther King.

Le tematiche umanitarie e sociali alla base dell’impegno di Kennedy

L’importanza della figura di Bob Kennedy, nella divulgazione dei temi umanitari , nella lotta al razzismo, nel contrasto delle forme di povertà, è indubbia . In un’epoca in cui gli americani bianchi e ricchi godevano di tutti i diritti possibili e si sentivano autorizzati a esercitare una sorta di strapotere nei confronti di ogni etnia differente dalla propria o verso ceti più umili, Robert Kennedy alzò la sua voce per affermare concetti nuovi, sorprendenti, a volte scomodi, per l’opinione pubblica dell’élite, ma profondamente giusti e profetici per i milioni di persone che attendevano una società americana più tollerante ed equa.

Poi quegli spari.Così una generazione che  anche in Europa si era mobilitata nelle piazze, nelle universita’, nella Sorbona a Parigi, a Valle Giulia a Roma e che si era riconosciuta in quell’America, si congedò. Per loro in quel momento l’America diventò Nixon, il Vietnam, il napalm, la negazione dei diritti civili. Si infranse un sogno, si infranse un progetto, si infranse una speranza.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it