Chick Corea

Addio a Chick Corea

Chick Corea star del jazz mondiale è morto all’età di 79 anni. Uno dei pianisti più importanti del ‘900 ci lascia, la notizia diffusa tramite il canale fb dell’artista che non ha vinto la sua battaglia contro il cancro.

Chick Corea la storia

Chick ha collezionato 23 Grammy Awards nella sua lunga carriera, collaborando con pietre miliari del jazz come Miles Davis, Herbie Hancock, Gary Burton e Bobby McFerrin. Le origini italiane si evidenziano nel suo vero nome, Armando Anthony Corea. Nel 1993 ha vinto anche la Targa Tenco per “Sicily“, interpretata con Pino Daniele, nel 2016, all’Arena Flegrea di Napoli, suonò per l’amico scomparso.

L’addio della star

Voglio ringraziare tutti coloro che lungo il mio viaggio hanno contribuito a mantenere vivo il fuoco della musica La mia speranza è che coloro che hanno la voglia di suonare, scrivere, esibirsi o altro lo facciano. Se non per voi, allora per tutti gli altri“. Questo messaggio lo aveva scritto lui in persona, prima della morte, pensando anche ai suoi musicisti.

La carriera

Chick Corea stella indiscussa dopo l’era John Coltrane, diventa famoso con i classici “Spain”, “500 Miles High” e “La Fiesta”. Strinse varie collaborazioni con i più grandi, incomincia negli anni ’70 con Keith Jarrett, continuando con la Chick Corea Elektric Band e la Chick Corea Akoustic Band, con i quali vinse diversi Grammy. Altri grandi duettarono con lui come: John Patitucci, Dave Weckl, Eric Marienthal, Frank Gambale, Carlos Rios e Scott Henderson.

I Grammy

Con ben 67 nomination ai Grammy ne ha vinti 23, il primo nel 1976 con “No Mistery” insieme ai Return to Forever, l’ultimo nel 2020 per il miglior album latin jazz, con “Antidote“. Durante la sua carriera ha pubblicato più di 80 dischi.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it