Endocrinologo Giustina: “Pazienti Covid hanno grave carenza vitamina D”

Roma, 22 set. (Adnkronos Salute) – “Negli ultimi 2 anni siamo stati sconvolti da una pandemia che era principalmente un’infezione respiratoria. Dopo un mese dal primo caso in Italia di infezione da Sars-CoV-2, una mia lettera sul ‘British Medical Journal’ ipotizzava che il grande coinvolgimento del nostro Paese potesse essere legato anche alla carenza di vitamina D. Da allora sono passati 2 anni e sono orgoglioso di dire che quell’intuizione ha avuto nel tempo sempre più peso nella comunità internazionale. Oggi è un dato assodato che i pazienti ricoverati con il Covid hanno un’enorme prevalenza di bassa vitamina D”. Così Andrea Giustina, primario di endocrinologia all’Irccs Ospedale San Raffaele di Milano e coordinatore scientifico della Consensus dell’Università Vita-Salute San Raffaele, in occasione della VI Consensus internazionale sulla vitamina D, in programma a Firenze in questi giorni, di cui è coordinatore. L’evento vede riuniti oltre 30 tra i maggiori esperti mondiali di vitamina D.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it