Ex Ilva: tribunale Ue, sospendere attività se ci sono pericoli gravi per ambiente e salute

Roma, 25 giu. – (Adnkronos) – “In caso di pericoli gravi e rilevanti per l’integrità dell’ambiente e della salute umana” provocati dall’attività dell’acciaieria Ilva di Taranto ” il termine per applicare le misure di protezione previste dall’autorizzazione all’esercizio non può essere prorogato ripetutamente e l’esercizio dell’installazione deve essere sospeso”. Lo scrive la Corte di Giustizia dell’Ue in una sentenza relativa alla acciaieria ricordando come “nel 2019 la Corte europea dei diritti dell’uomo ha accertato che l’acciaieria provocava significativi effetti dannosi sull’ambiente e sulla salute degli abitanti della zona”. “Varie misure per la riduzione del suo impatto sono state previste sin dal 2012, ma i termini stabiliti per la loro attuazione sono stati ripetutamente differiti”.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it