L.elettorale: Parrini, ‘quando si perde si cambiano scelte, non regole’

Roma, 26 giu. (Adnkronos) – “La destra mette nel mirino il ballottaggio nei Comuni perché pensa di esserne sfavorita, e per preparare il terreno per fissare sotto la maggioranza assoluta la soglia per l’elezione diretta del premier prevista dalla riforma costituzionale approvata in prima lettura al Senato. Sta di fatto che progettare un colpo di mano e una forzatura unilaterale sulle regole, per di più all’indomani di una sconfitta, e addirittura ipotizzando di agire per decreto, è un fatto che rivela quanto acuta sia nel centrodestra la mancanza di senso delle istituzioni”. Lo dichiara il senatore del Pd Dario Parrini, vicepresidente della commissione Affari costituzionali.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it