Ucraina: Draghi, ‘espulsione diplomatici atto ostile ma mantenere canali dialogo con Russia’

Roma, 19 mag. (Adnkronos) – “L’espulsione di 24 diplomatici italiani è un atto ostile che ricalca decisioni simili prese nei confronti di altri paesi e che rispondono alla decisione di espellere diplomatici russi dall’Italia e da altri paesi Ue”. Così il premier Mario Draghi al Senato. Ma “è essenziale mantenere aperti canali di dialogo con i russi, soltanto da questi canali è possibile aprire un negoziato”.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it