Capri Minibus

Minibus precipitato a Capri: 1 morto e 28 feriti

Da Napoli sono partiti anche gli elicotteri della Polizia di stato e della Guardia di Finanza per trasferire sull’isola medici e riportare in città, all’Ospedale del Mare, i casi gravi. Finora due i trasferimenti eseguiti. Il minibus di linea è precipitato a Capri da un’altezza di 5-6 metri, rompendo la barriera di protezione della strada. È successo a Marina Grande nei pressi della spiaggia libera.

Sul posto anche i Carabinieri dell’isola. Una persona è deceduta ed è l’autista, sembrerebbe rimasto vittima di un malore. Secondo alcuni accertamenti ci sono, oltre a feriti lievi, anche 3-4 casi gravi. Il minibus era impegnato nel servizio di trasporto pubblico sull’isola e pare che a bordo avesse una decina di passeggeri.

L’autista dell’Atc, la compagnia di linea, si chiamava Emanuele Melillo, aveva 33 anni e tra qualche mese sarebbe diventato padre per la prima volta. Ancora da definire le cause dell’incidente, non si esclude che Melillo sia stato colto da malore. Per lui non c’è stato nulla da fare, i sanitari ne hanno constatato il decesso sul posto.

Sarà ora l’autopsia a dichiarare se per caso il giovane durante il tragitto sia stato colpito da un malore oppure no.

Ci stringiamo forte alla famiglia del giovane autista, andato incontro ad un triste destino nell’adempimento del suo lavoro, e siamo vicini ai feriti ai quali auguriamo di guarire al più presto” queste le parole del Sindaco di Capri Marino Lembo aggiungendo poi “il pullman era in salita e non si capisce cosa sia successo, lo accerterà la magistratura, ci saranno sicuramente filmati, telecamere. Noi facciamo la nostra parte assicurando l’assistenza“.

 

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it