creme solari

Creme solari: si possono usare dopo un anno o è meglio buttarle via?

I produttori di creme solari consigliano, come riportato sulla confezione, l’utilizzo entro i 12 mesi dall’apertura. Questo significa che sarebbe meglio buttare i residui di questi prodotti piuttosto che utilizzarli nel corso dell’estate successiva.

Le aziende, con questa dicitura, chiariscono che non viene garantita dopo un anno dall’apertura, la normale efficacia delle creme solari che potrebbe quindi non fornire la corretta protezione dai raggi solari.

Secondo un test di Altroconsumo, emerge che le creme solari mantengono la loro efficacia anche trascorsi i canonici 12 mesi dall’apertura. Questo almeno è vero nei 3 prodotti analizzati dalla nota rivista, tutti dedicati alla protezione dei più piccoli: Nivea Sun Kids Protect & Sensitive 50+, Ambre Solaire Kids Advanced Sensitive 50+, Aptonia 50+ kids.

I laboratori di Altroconsumo hanno effettuato una serie di test anche in seguito ad alcuni trattamenti speciali volti a simulare le peggiori condizioni che si verificano quando si portano le creme solari in vacanza. Hanno sottoposto le creme a degli sbalzi termici per esempio per un giorno a +4°, come nella stiva di un aereo, poi per 12 giorni a 40° aprendoli 2 volte al giorno, oppure posizionati sotto il sole per una settimana e infine riportati a +4°.

Alle 3 creme solari testate non è successo assolutamente nulla. Non hanno subito variazioni di colore, odore, consistenza o altro e anche dopo i test hanno mostrato la stessa identica efficacia protettiva dell’anno precedente.

Riutilizzare le creme solari dopo un anno

Alcune raccomandazioni prima di riutilizzare il solare aperto dalla stagione precedente. Verificare che nulla sia cambiato. L’aspetto, la consistenza e il colore devono essere gli stessi. Controllare anche l’odore; non deve essere rancido o cattivo.

Bisogna porre attenzione se si verifica una separazione degli ingredienti. Cioè se mettendo un po’ di prodotto sulla mano notate che esce prima l’olio e poi la crema va sicuramente buttato.

É buona norma verificare nelle ore meno calde del giorno o su una piccola parte del corpo la reale efficacia del vecchio solare prima di esporvi completamente ai raggi.

Le creme solari andrebbero tenute in luogo fresco e asciutto, lontane dalla luce solare soprattutto in spiaggia ed bisogna evitare di lasciarle chiuse in macchina, luogo che rinomatamente si surriscalda. É inoltre importante richiudere le creme subito dopo l’utilizzo.

 

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it