Guardia Civil Giuseppe Romeo

Due italiani feriti in un agguato a Ibiza

Due italiani sono rimasti feriti, di cui uno in modo grave, in una sparatoria a Ibiza, avvenuta nella notte  in una villa della località di Ca-Na Palava, Santa Eulalia, sulla costa centro-orientale dell’Isola spagnola delle Baleari. I Servizi di Emergenza hanno ricevuto la chiamata intorno alle 2:30.

Il più giovane dei feriti, Antonio Amore 28anni, riferiscono dall’Ospedale  Nostra Signora del Rosario, è in condizioni gravissime ed è stato operato  per estrarre un proiettile dal cranio. Invece l’altro uomo, di 35 anni, ha riportato ferite non gravi.

Dalle prime indagini della Guardia Civil spagnola, ci sarebbero dei testimoni di quanto accaduto.  Secondo le testimonianze alcuni  individui hanno fatto irruzione e aperto il fuoco prima di fuggire in auto. Una delle ipotesi è che il movente sia stato una lite per futili motivi.

Gli investigatori di Ibiza stanno raccogliendo dichiarazioni e prove. Italiano anche il presunto assalitore, Michele Guadagno 33 anni.


I fatti 

Secondo la ricostruzione, la sparatoria è scoppiata all’incirca alle due di notte, quando una coppia è arrivata alla festa in villa. E’ scoppiata una lite e l’uomo ha esploso diversi colpi contro il 28enne, colpito da sei colpi alla testa ed alla gamba. Un terzo italiano, di 35 anni, è rimasto ferito in modo lieve.

Secondo il Periodico de Ibiza l’uomo ricercato dalla Guardia Civil ha precedenti. Gli inquirenti stanno seguendo diverse piste, ma quella più accreditata sembra essere quella di una lite per motivi di gelosia. Il giornale locale riporta anche che Antonio Amore è residente a Ibiza dove svolge attività di trader di cripto monete, in particolare Bitcoin e negli ultimi mesi aveva organizzato diverse feste come quella dell’altra notte in violazione delle regole anti Covid.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it