Olimpico

Europei di calcio: alle 21:00 il debutto della Nazionale italiana

Ci siamo, è arrivato il grande giorno di Italia-Turchia: gli Italiani pronti a scendere in campo, saranno 15.000 i tifosi che tiferanno per gli Azzurri all’Olimpico.

Il programma degli Azzurri di oggi:

  • Ore 11:00 –  Allenamento presso il C.S. ‘Giulio Onesti’
  • Ore 19.30 – Arrivo allo Stadio Olimpico
  • Ore 21:00 – Fischio d’inizio di Italia-Turchia allo Stadio Olimpico.

Ricordiamo la notizia di Pellegrini di ieri: problemi al flessore della coscia sinistra, un infortunio che risale al derby dello scorso maggio. E’ un qualcosa di cui però soffre da tempo, ancor prima della partita contro la Lazio e con cui ha dovuto fare i conti più volte nel corso del campionato.

Pellegrini ha espresso tutta la sua tristezza con un post su Instagram. “Purtroppo questo maledetto problema alla coscia non mi permetterà di giocare questo Europeo.L’amarezza in questo momento è molta… ma è proprio ora che bisogna stringersi ancora di più e fare il tifo per questo gruppo fantastico di uomini veri che di sicuro darà l’anima ogni partita dall’inizio alla fine. Io ci credo. Forza ragazzi, Forza Italia. Tutti insieme”.

Mancini proprio a riguardo dell’infortunio di Pellegrini e Sensi ha detto: “Siamo dispiaciuti per i loro infortuni, sono giocatori importanti che sanno ricoprire molti ruoli e meritavano di giocare questi Europei. Fa parte però del nostro lavoro. Ci dispiace per Pellegrini, come giocatore, come ragazzo, è triste lasciare l’Europeo così all’ultimo giorno. Stava benissimo, anche ieri. È un grande dispiacere per tutti”

Al posto dell’infortunato Pellegrini è arrivato Gaetano Castrovilli, che ha ereditato il posto nei 26 “eletti” con la maglia  numero 7

Ultimo allenamento prima dell’esordio per l’Italia: ci sarà la rifinitura degli Azzurri, si dovranno provare gli automatismi. Poi pranzo, riposo pomeridiano, riunione tecnica, merenda e la partenza verso l’Olimpico.

Si avvicina il rientro in campo di Verratti,  assente per l’esordio contro la Turchia, ma che potrebbe recuperare per la gara contro la Svizzera del 16 giugno.

Misure anticovid all’Olimpico

L’Europeo 2020 si inaugura con Italia-Turchia e una cerimonia di apertura che si annuncia come un grande e gioioso spettacolo. Prima di godere della festa e della partita, i circa 15 mila spettatori previsti sugli spalti, dovranno superare il rigido sistema di sicurezza anti-covid azionato dall’UEFA e dalla Questura di Roma, che prevede l’uso di mascherine, i termoscanner e un certificato di negatività al Covid-19 con test effettuato non più di 48 ore prima.

Sugli spalti almeno un metro tra una persona e l’altra, niente ‘cinque’ e abbracci, spostamenti all’intervallo limitati all’indispensabile. Slot di 30′ per entrare allo stadio nel rispetto del distanziamento. Per tutti i tifosi coprifuoco spostato all’una di notte, per consentire di rientrare a casa con calma. I residenti in Italia possono presentare al posto del test negativo una prova di vaccinazione o un certificato di guarigione dal coronavirus non più vecchio di sei mesi. Un problema ci potrebbe essere per gli spettatori che dovessero provenire dalla Turchia, per i quali sono obbligatori dieci giorni di quarantena domiciliare. I controlli riguarderanno non solo l’area dello stadio, ma anche il centro e in particolare le fan zone. Gli ingressi saranno poi regolati attraverso tunnel dotati di termoscanner. Oltre 800 punti d’igienizzazione per le mani saranno sparsi in tutto lo stadio.

Festa di apertura

Maxischermi consentiranno anche a chi non è sugli spalti di seguire lo spettacolo della cerimonia di apertura dell’Europeo. Una cerimonia solenne che vuol celebrare l’unicità del calcio europeo con una metafora: “ogni singola squadra rappresenta una tradizione lunga 60 anni ma solo quando tutte si uniscono si sprigiona la magia.”

Sul campo di gioco anche i veterani Totti e Nesta che accoglieranno i tifosi prima che la banda musicale della Polizia di Stato esegua un brano dal “Guglielmo Tell” di Gioacchino Rossini. Ma non basta perché 24 atleti delle sezioni giovanili delle Fiamme Oro e ballerini professionisti daranno vita ad una coreografia con sfere giganti di elio.

 

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it