Eurovision-Song-Contest

Eurovision Song Contest: eventi del village e prima semifinale

Finalmente è giunto il momento: oggi inzia ufficialmente l’Eurovision Song Contest. Stasera, a partire dalle 20:30, in eurovisione si svolgerà  la prima delle due semifinali che proclameranno i 20 finalisti che andranno a sommarsi ai 5 big sabato 14 maggio.

Tanti ospiti per questa prima puntata live: ci saranno Diodato che canterà una versione inedita di Fai rumore, il brano con cui vinse il Festival di Sanremo nel 2020, ma che non portò sul palco dell’Eurovision a causa della pandemia, e Dardust con Benny Benassi e Sophie and The Giants. 

A dare il via alla gara sarà l’Albania con Ronela Hajati con il brano Sekret, a seguire si esibiranno: Citi Zeni con Eat your salad rappresentant della Lettonia; Monika Liu con Sentimentai rappresentante della Lituania; Marius Bear con Boys do cry rappresentante della Svizzera; LPS con Disko rappresentante della Slovenia; i Kalush con Stefania rappresentanti dell’Ucraina; Intelligent Music Project con Intention rappresentanti della Bulgaria; S10 con De diepte rappresentante dei Paesi Bassi; Zbod si Zdub & Fratii Advahov con Trenuletul rappresentanti della Moldavia; Maro con Saudade, Saudade rappresentante del Portogallo; Mia Dimsic con Guilty pleasure rappresentante della Croazia; Reddi con The show rappresentante della Danimarca; LUM!X ft. Pia Maria con Halo rappresentanti dell’Austria; Systur con Meo haekkandi sol rappresentante dell’Islanda; Amanda Georgiadi Tenfjord con Die together rappresentante della Grecia; Subwoolfer con Give that wolf a banana rappresentanti della Norvegia; Rosa Linn con Snap rappresentante dell’Armenia.

Sul palco anche i nostri Mahmood e Blanco che però non sono in gara visto che l’Italia è una dei 5 paesi big. Il voto come sempre è suddiviso in due: televoto e voto di giuria tecnica.

Ma come sempre, alle, 17 iniziano gli eventi collaterali all’Eurovision Village. Sul palco del Parco del Valentino ci saranno Accademia dei Folli che presenterà STOP! Suite per voce e orchestrina; Lonely Blue, artista emergente; in collaborazione con Commissione europea e Parlamento europeo: un introduzione di Massimo Gaudina, Capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea e Nadiya Antentyk, redattrice di “Europhonica Italia”. Segue concerto della Youth Symphony Orchestra of Ukraine, orchestra di musicisti 12-22enni fondata nel 2016.

Si arriva poi al quarto Eurovision Slot. Come ieri, saranno quattro gli artisti in gara a salire sul palco, tutti non protagonisti ovviamente di quella che sarà l’imminente Prima Semifinale:

  • Circus Mircus, rappresentante della Georgia con “Lock Me In
  • WRS, rappresentante della Romania con “Llámame
  • Chanel, rappresentante della Spagna con “SloMo
  • Emma Muscat, rappresentante di Malta con “I Am What I Am

Alla fine degli eventi sarà possibile assistere alla proiezione della prima semifinale dell’Eurovision Song Contest sui tre mega schermi presenti al village.

Sembrerebbe confermato nella serata anche l’omaggio a Raffaella Carrà che dovrebbe vedere Laura Pausini, insieme ai colleghi Alessandro Cattelan e Mika, ricordare la grandissima artista amata in tutto il mondo. Sperando di non vedere lo stesso orribile omaggio del Festival di Sanremo che ha dedicato alla Raffa nazionale 4 minuti e 56 secondi. Auspico che, se non proprio tutto l’evento, almeno la finalissima sia totalmente dedicata a lei.  Ma ho paura che rimarremo tanto, tantissimo delusi. Anche dopo le dichiarazioni di Laura Pausini in conferenza stampa: “Avevo proposto un tributo alla più grande di tutte. Purtroppo abbiamo un programma da seguire, l’Eurovision non è come Sanremo, dove puoi costruire una lista di cose da fare. Qui ci sono regole molto rigorose e ripetute anno dopo anno, non abbiamo molto tempo a disposizione. È tuttavia impossibile non menzionarla: lei è per me, per l’Italia, per la Spagna e per tanti altri Paesi in Europa, un’icona.”.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it