Femminicidio

Femminicidio a Vicenza: arrestato l’assassino. Uccide l’ex moglie e poi scappato

Rita Amenze avrebbe compiuto 31 anni tra poco; ma invece si parla di lei perché è l’ennesima vittima di femminicidio.

L’omicidio è  avvenuto poco dopo le 7 del mattino nel piazzale dell’azienda «Mf» di Noventa Vicentina, specializzata nell’inscatolamento di funghi a cui si accede da una via laterale di via Frassenella, a poche decine di metri dal tratto sud dell’A31 Valdastico.
La donna, che si apprestava a iniziare il turno di lavoro, sarebbe stata vittima di un agguato. Rita è stata affrontata dall’uomo che si era nascosto in mezzo a cespugli: è stata colpita da quattro proiettili esplosi in rapida sequenza, davanti ad alcune colleghe. 

L’assassino, subito identificato come l’ex marito della donna, dopo l’omicidio era riuscito a far perdere le sue tracce. Infatti era riuscito a scappare e barricarsi in una casa di Villaga, a poca distanza dalla casa di via Quargente dove la coppia risiedeva. 

I testimoni raccontano che con tutta calma l’assassino ha infilato la pistola nella giacca subito dopo l’omicidio, è salito sulla sua jeep e si è allontanato. Gli investigatori stanno anche vagliando i frame di un video che ritrarrebbe l’assassino mentre prende il caffè in un bar poco prima di compiere l’omicidio.

Settembre il mese peggiore per femminicidio

Questo 2021 si appresta ad essere l’anno più tragico in merito al femminicidio. Dall’inizio dell’anno le donne uccise da ex mariti, ex fidanzati o ancora compagni di vita e di coppia sono davvero tantissime. Infatti anche nelle ultime ore la Sicilia si è sporcata di nuovo si sangue. A Bronte un uomo di 47 anni ha ucciso a coltellate la moglie di 46 anni; ed anche la Sardegna ha il suo nuovo caso. A Sassari un uomo di 42 anni ha ferito gravemente la compagna di 48 anni e poi si è tolto la vita.

Domenica scorsa l’omicidio della 27enne Chiara Ugolini a Calmasino, frazione di Bardolino (Verona).

 

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it