Hotel diffuso, perfetto durante una pandemia

In questo periodo pandemico, i viaggi hanno avuto un drastico calo, specialmente nel nostro Bel Paese. La gente è impaurita per i contagi dilaganti nelle varie regioni italiane, quindi, tende a non viaggiare o al massimo, se si può, spostarsi nei confini della propria regione.

La problematica poi è se bisogna effettuare un pernotto. L’ansia del contagio aumenta, incontrare sconosciuti in uno spazio limitato non è un’idea invitate. Ma c’è chi ha ovviato a questa nuova problematica, scegliendo appositamente una tipologia di hotel diversi dal solito.

La soluzione ideale è l’hotel diffuso. In Italia, essi sono presenti in varie regioni, specialmente nei borghi; si, proprio quelli piccoli e quasi abbandonati, strabordanti di case sfitte e lasciate ad un destino crudele. Qualche piccolo imprenditore o giovane aspirante, ha pensato bene di mettere a nuovo tutte queste piccole abitazioni, trasformandole in delle vere e proprie suite.

Si parla di quasi 150 hotel diffusi in tutta Italia, viaggiando tra Friuli Venezia Giulia, Abruzzo, Puglia, Molise, Toscana e via dicendo. Anche la CNN ha elogiato il nuovo modo di fare turismo riscoprendo i vecchi borghi per far ripartire l’economia, abbinando anche, esperienze di ogni tipo da svolgere, come per esempio: escursioni in montagna, trekking, tour gastronomici per la scoperta delle tradizioni locali.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it