Il Re Mascara

Oggi è chiaro, a causa del Covid-19 ci sono stati molti cambiamenti nel mondo del commercio, di qualsiasi genere. Quello del make up, ha accusato il colpo, perché ormai, tra smart working e mascherine, truccarsi è diventato veramente un pò superfluo.

Sicuramente, da questa situazione, ne ha tratto giovamento il prodotto femminile per eccellenza: il mascara. Infatti, se il rossetto e tutto il comparto labbra, ha avuto un tracollo, il mascara, invece, ha avuto un’ impennata strepitosa.

Esso ha una storia antichissima: nato in Egitto, prende il nome di kohl, originariamente formato da una pasta appiccicosa che veniva usata dagli uomini per scurire le ciglia e proteggere gli occhi dal sole, inoltre, aveva anche una funzione di allontanamento degli spiriti maligni.

Dall’antico Egitto sbarca a Roma, dove le donne, lo usavano per arricciare e infoltire le ciglia, aggiungendo del sughero bruciato. Con la caduta dell’Impero Romano, anche il mascara, ebbe un declino. Ma, in Europa, grazie agli splendori dell’Età Vittoriana tornò in voga, migliorandosi aggiungendo una miscela di succo di sambuco e cenere.

Il mascara, quindi, arrivato ai giorni nostri, con un susseguirsi d’innovazione è il trucco più amato dalle donne. Uniamo quindi l’utile al dilettevole: indossate sempre la mascherina ma, mettete sempre il mascara, per rendere profondo il vostro sguardo!

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it