Harry e Meghan

“Invictus Games”: Harry e Meghan produttori cinematografici

Netflix, una delle piattaforme streaming oggi più usate e seguite al mondo, presenta “Invictus Games”, il primo lavoro di produzione di una delle coppie più seguite al mondo.

Il principe Hanry e la moglie, ex attrice di successo, Meghan Markle debuttano come produttori cinematografici. Tramite Netflix offriranno ai fruitori cinefili “Invictus Games.

Un titolo che sembrerebbe presentare una serie a carattere storico, quasi epica. Invece, con sorpresa, si tratta di una sorta di Paralimpiadi. Come l’epicità storica narrava i grandi eroi, Henry e Meghan hanno provato a narrare, con i mezzi della modernità, gli eroi della modernità.

Oggi un eroe è anche colui che si mette in competizione, avendo disabilità permanenti o complicazioni fisiche che quasi ne impedirebbero il movimento. Chi ha superato traumi mediante lo sport, ad esempio veterani di guerra.

Invictus Games

La Casa di produzione della coppia reale, “Archewell Productions”, lancia un iniziale progetto intitolato “Heart of Invictus”. Questa prima parte sarà incentrata sulla fase preparatoria degli atleti ai giochi. Una seconda invece seguirà gli atleti all’Aia, nei Paesi Bassi, ed è prevista per il 2022.

Il principe Hanry ha dichiarato:

“Fin dall’inizio dei primi Invictus Games nel 2014 sapevamo che ogni concorrente avrebbe contribuito in modo eccezionale al mosaico di determinazione, resilienza e risolutezza. La serie offrirà alle comunità di tutto il mondo una finestra sulle storie edificanti e commoventi di questi atleti lungo il percorso verso i Paesi Bassi l’anno prossimo”.

Determinazione, resilienza, risolutezza: più che aggettivi sono stati imperativi per molti, per molti altri una necessità e la speranza che lo diventino. La visione di “storie edificanti” può essere di interesse, di esempio, ma anche presentare un’altra faccia. Lo show può essere tanto educativo quanto pericoloso se estremizzato, o se cade irrimediabilmente e facilmente nella banalità.

Diventa forma di intrattenimento la disabilità ma al contempo si svela come possa esistere nel mondo una forza di volontà oltre i limiti del nostro immaginario quotidiano, oltre quelle che siamo abituati a considerare come difficoltà. Al contempo si mostra inoltre la potenza risolutiva dell’attività motoria, dello sport come cura, fisica e psicologica.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it