John Dillermand: il cartone animato che ha scatenato la polemica

Da qualche giorno, un cartone animato per bambini danese, ha fatto molto parlare di sé. La serie animata si intitola John Dillermand, creata da Jacob Ley e realizzata con la tecnica dello stop-motion, racconta le avventure di un personaggio dal pene lungo.

La trama di John Dillermand

John Dillermand, nome del protagonista del cartone animato, ha il pene molto lungo e se ne serve per compiere le azioni di tutti giorni, ma molto spesso perde il controllo del suo organo.

Dillermand, il cui nome in danese significa letteralmente “uomo-pene”, viene raffigurato come un uomo baffuto con un costume a strisce bianche e rosse, le stesse che caratterizzano il lungo pene, il quale, come si vede dal cartone, si allunga o ritrae anche in maniera involontaria, generando degli sketch simpatici e divertenti, come ad esempio quando John si ritrova a rubare senza volerlo il gelato a un bambino. In altri casi, il protagonista lo utilizza per svolgere azioni di pubblica utilità, come quando giunge in soccorso al suo vicino per alzare la bandiera o quando aiuta a togliere una carrozzina dalla strada perché non venga travolta dalle auto, diventando così un eroe celebrato da tutti i concittadini.


La polemica

Il primo episodio, che in totale saranno tredici, è andato in onda il 2 gennaio su DR, radiotelevisione pubblica danese, e conta già 140 mila visualizzazioni, scatenando la polemica nell’opinione pubblica. Molti adulti lo ritengono un cartone assolutamente inappropriato per quella fascia di età, visto che è pensato per un target che va dai 4-8 anni. La loro paura è che possa trasmettere un insegnamento malsano. Anne Lise Marstrand-Jørgensen, scrittrice danese, ha dichiarato: “È davvero questo il messaggio che vogliamo inviare ai bambini mentre siamo nel mezzo di un’enorme ondata di MeToo?”.

Ma c’è anche chi non è d’accordo. Erla Heinesen Højsted, psicologa clinica che lavora con famiglie e bambini, ha scritto: “John Dillermand parla ai piccoli, condivide il loro modo di pensare. I bambini trovano i genitali divertenti. Lo show raffigura un uomo impulsivo, che commette errori, come fanno i bambini. Ma soprattutto, Dillermand fa sempre la cosa giusta. Si assume la responsabilità delle sue azioni. Quando una donna gli dice che dovrebbe tenere il pene nei pantaloni, per esempio, lui ascolta. È responsabile”.

 

Condividi
Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it