Nomadland

“Nomadland”: Record d’incassi nel weekend della riapertura

Il Premio Oscar, Nomadland, diretto da Chloé Zhao, da quanto riporta i dati Cinetel, è stato il film più visto nel nostro Paese, nel primo weekend della riapertura delle sale cinematografiche. La pellicola, che nel fine settimana era presente in 137 sale, ha incassato un totale di 429.047 euro. In più Nomadland ha ottenuto anche la media più alta per sala, 3122,00 euro.

La medaglia d’argento va a Minari, di Lee Isaac Chung, premiato dall’Academy Aaward nella categoria Miglior Attrice non Protagonista, vinto da Yuh-Jung Youn. Il film, trasmesso in 74 sale, ha ottenuto un incasso di 29.385 euro. Al terzo posto troviamo, 20 anni dopo dall’uscita, In the mood for love, diretto da Wong Kar-Wai. Il cult ha incassato un totale di 31.149.

A seguire troviamo: Est – Dittatura Last Minute di Antonio Pisu, con Lodo Guenzi, che ha registrato 15.022 euro. L’Orso d’oro a Berlino Sesso Sfortunato O Follie Porno di Radu Jude ha ottenuto 10.263 euro in totale. Infine, I predatori, opera di Pietro Castellitto, premiata a Venezia nella Sezione Orizzonti per la Migliore Sceneggiatura, ha avuto 4.631 euro incassati in 19 sale.

Nel complesso gli incassi, grazie principalmente a Nomadland, registrano un totale di 608.277 euro per circa 460 sale conteggiate nel weekend.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it