Papa Francesco lascia il Kazakistan e con un tweet ringrazia il Paese per l’accoglienza

Si è concluso  il 38esimo viaggio apostolico di Francesco, che si è svolto dal 13 al 15 settembre nel Paese asiatico in occasione del Congresso dei Capi delle Religioni mondiali e tradizionali. Sono ora 57 i Paesi visitati dal Santo Padre.

L’arrivo del Pontefice in Italia è previsto questa sera all’aeroporto di Roma-Fiumicino intorno alle 20.30. Durante il volo è in programma la consueta conferenza stampa con i circa 80 giornalisti del volo papale.

Il tweet di saluto al Kazakistan

Lasciando il Kazakistan, sul proprio account @Pontifex il Papa ha scritto un tweet esprimendo gratitudine nei confronti del popolo del Paese asiatico: “Vi ringrazio per l’accoglienza che mi avete riservato e per l’opportunità di trascorrere questi giorni di dialogo fraterno insieme ai leader di molte religioni. L’Altissimo benedica la vocazione di pace e unità del Kazakistan”.

Il tema della pace sempre presente nelle parole del Papa

“Io giungo nel corso della folle e tragica guerra originata dall’invasione dell’Ucraina, mentre altri scontri e minacce di conflitti mettono a repentaglio i nostri tempi”. Cosi’ Papa Francesco nel suo discorso all’incontro nell’Auditorium della Qazaq Concert Hallcon di Nur-Sultan in Kazakistan con le autorita’, la societa’ civile e il Corpo Diplomatico. “Vengo per amplificare il grido di tanti che implorano la pace, via di sviluppo essenziale per il nostro mondo globalizzato“. ha sottolineato il Pontefice.

 

(Foto Pixabay)

Condividi
Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it