peschereccio

Peschereccio “Aliseo” sulla via del ritorno. Intervista al Sindaco di Mazara del Vallo

Il peschereccio “Aliseo” con a bordo sette uomini, di cui il comandante Giacalone, rimasto ferito dai colpi d’arma da fuoco sparati ieri pomeriggio, intorno alle 14:30, da una Motovedetta militare libica, è in navigazione verso Mazara del Vallo.

Il comandante ferito, riporta alcune schegge di vetro alla testa che è stata medicata a bordo dai sanitari della Marina Militare  italiana della nave Libeccio che navigava in prossimità del tratto di mare interessato dall’accaduto. Le ferite riportate dal Comandante non sembrano essere preoccupanti.

L’uomo ha riferito: “Siamo vivi per miracolo, ci hanno sparato a pallettoni, qui la cabina è piena di buchi”.  “Erano le 14 quando tutto è successo – racconta – mentre eravamo in navigazione verso Nord-est ci ha raggiunto una motovedetta libica e ha iniziato a sparare. I colpi ci hanno raggiunto e i vetri della plancia sono andati in frantumi”.

Il peschereccio sta navigando alla velocità di circa 9-10 nodi all’ora e l’arrivo in porto è previsto per l’alba di domani.

L’intervista al sindaco di Mazara del Vallo.

Nel servizio di SkyTg24 la dichiarazione del figlio del comandante del peschereccio, Giuseppe Giacalone, in merito alla dinamica dell’incidente secondo quanto riferito dai militari della Guardia di Finanza.


Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it