Sonia Di Maggio

Ennesimo femminicidio. Questa volta è il salento il luogo dell’omicidio

La vittima si chiamava Sonia Di Maggio 29 anni. Originaria di Rimini si era trasferita nel salento con il fidanzato. L’omicidio è avvenuto a Minervino di Lecce in località Specchia Gallone.

I Carabinieri del nucleo leccese, sono sulle tracce di quello si ipotizza essere l’ex fidanzato della vittima.
S.C., campano, sarebbe già noto alle forze dell’ordine per un accoltellamento avvenuto nel 2011 ai danni di un parcheggiatore abusivo con cui lavorava a Torre Annunziata di cui poi sarebbe stato arrestato.

Secondo le prime ricostruzioni, grazie anche alle testimonianze raccolte, Sonia che si trovava in giro con il suo attuale findanzato, avrebbe avuto una discussione sfociata in lite con l’ex fidanzato che sarebbe arrivato proprio da Napoli per vederla.

Dopo la lite il pedinamento e poi l’accoltellamento. S.C. era stato dimesso dall’ospedale psichiatrico di Aversa lo scorso giugno, ed era senza fissa dimora. Le foto di lui con la vittima sono ancora presenti nelle pagine social di Sonia Di Maggio.

La madre dell’attuale fidanzato ha dichiarato che Sonia e il figlio avevano iniziato la loro relazione da poco più di un mese. Il racconto dell’aggressione spiega che S.C. stava seguendo Sonia e il fidanzato e che in un momento di distrazione l’abbia accoltellata al collo colpendola di spalle.
La vittima aveva ritrovato una nuova serenità accanto ad un altro uomo. Una serenità che probabilmente le è costata la vita.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it