Zona

Zona bianche: si parte il 1 giugno in tre Regioni e a seguire il 14 quasi tutta l’Italia

Da quanto si è appreso dall’ultimo Decreto del Governo, a partire da martedì 1 giugno alcune regioni d’Italia passeranno alla zona bianca. Queste sono Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna. Poi, dal 7 giugno seguiranno Abruzzo, Veneto e Liguria.

Nella zona bianca le misure e le regole anti-Covid saranno più leggere. Infatti non ci sarà il coprifuoco, ma resta l’obbligo di indossare la mascherina e di rispettare il distanziamento sociale. Inoltre, come previsto nell’accordo tra Ministero della Salute e Regioni sulle regole da applicare nella fascia con il livello più basso di rischio Covid, verranno anticipate le riaperture.


In una nota, del Ministero della Salute, si apprende che queste nuove linee guida saranno recepite in una prossima ordinanza. Inoltre, è stato sottolineato che “Rimane l’obbligo di mascherina, ma è un progressivo ritorno verso la normalità. Non è un liberi tutti, restano le precauzioni. Ma grazie alla riduzione dei contagi e del numero delle vittime e alla buona riuscita della campagna vaccinale, stiamo andando in una buona direzione”.

La proposta condivisa prevede che, una volta che una Regione entri nella zona bianca, sia abolito il coprifuoco. In più che si possano anticipare al momento del passaggio le riaperture delle attività economiche e sociali per le quali la normativa vigente dispone già la ripresa delle attività in un momento successivo.

Il riferimento per lo svolgimento delle attività, sempre da quanto riporta la nota, è quello delle Linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali. Adottate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e degli altri protocolli.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it