Allarme Morbillo in Europa: 7 morti in un mese

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie parla di allarme morbillo in Europa, con casi destinati ad aumentare. “Si prevede che i casi di morbillo continueranno ad aumentare nell’Ue/Spazio economico europeo nei prossimi mesi a causa della copertura vaccinale non ottimale in numerosi Paesi”. Questo il virgolettato dell’Ecdc, che in merito alle cause della diffusione parla anche di elevata probabilità di importazione da aree ad alta circolazione.

Nei prossimi mesi si raggiungerà il picco stagionale del virus, che ha causato almeno sette morti in due Paesi nell’ultimo mese. Secondo il Centro europeo è fondamentale raggiungere un’elevata copertura vaccinale, poiché a febbraio 2024 il numero di Paesi dell’Ue/See che hanno segnalato casi di morbillo è aumentato.

Il morbillo, si legge in una nota dell’Ecdc, è “una minaccia per le persone di tutte le fasce d’età, il che evidenzia l’importanza di mantenere un’elevata copertura vaccinale per l’intera popolazione. L’impatto potenziale più elevato del morbillo, a causa dell’elevata morbilità conseguente all’infezione, riguarda i bambini troppo piccoli per essere vaccinati. Anche i bambini non vaccinati sotto i 5 anni corrono un rischio maggiore, poiché il morbillo può avere diverse complicazioni in questa fascia di età. Inoltre, altri gruppi come gli immunocompromessi sono a rischio di esiti gravi a causa del morbillo“.

A preoccupare l’Ecdc è la facile diffusione del morbillo, motivo per cui si chiede un’intensificazione degli sforzi per raggiungere le popolazioni non vaccinate.

Questa malattia può provocare gravi complicazioni, soprattutto nei bambini e nelle persone fragili.

(Foto da Pixabay)

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it