Bankitalia, domanda case debole: difficile reperire mutuo

La Banca d’Italia racconta di una dinamica dei prezzi degli immobili, per il quarto trimestre del 2023, nel complesso attenuata. Elemento, questo, non sufficiente a risollevare il mercato immobiliare italiano, con una domanda rimasta debole. Nonostante il recupero rispetto al trimestre precedente, le agenzie che hanno venduto almeno una casa restano inferiori a quelle dello stesso periodo del 2023.

Si tratta del quarto trimestre consecutivo in calo, come sottolineato nell’indagine trimestrale di Bankitalia, realizzata con 1501 agenti immobiliari. Il sondaggio, profuso dall’8 gennaio al 5 febbraio del 2024 a circa il 40% degli agenti, ha registrato una riduzione sia dei nuovi incarichi a vendere sia dei potenziali acquirenti.

Motivo di questo calo perdurante è da legarsi alla difficoltà di reperire il mutuo per il compratore. Questo comporta una cessazione dell’incarico a vendere per circa un terzo degli operatori e la percentuale di acquisti finanziati con mutuo si è attestata su valori bassi nel confronto storico.

Le cose potrebbero però migliorare nei primi tre mesi del 2024. Difficile anche il mercato degli affitti, con pressioni al rialzo sui canoni sostenute da una domanda robusta e da un calo dell’offerta.

(Foto da Pixabay)

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it