Elisabetta e la guerra in Ucraina. Il suo ultimo messaggio

Settanta anni di monarchia per la Regina Elisabetta, equivalgono a dire non poche guerre vissute, direttamente o indirettamente che sia. Nel panorama storico del Novecento non manca di certo l’occasione per trovare delle guerre, ma è nell’ultima (e non ultima si sa) che poniamo l’attenzione. Che ruolo ha avuto la Regina Elisabetta nella guerra in Ucraina?

Dopo l’invasione della Russia in territorio ucraino, i capi di Stato hanno (quasi) subito preso posizione schierandosi contro il temuto e brutale Putin. In mezzo ai Paesi racchiusi in quel quasi vi è anche l’Inghilterra, ma con riferimento esclusivo alla Regina. Il ruolo di Elisabetta, come buona regola di regno vuole, ha tentato di mantenere la posizione neutrale come ha sempre cercato di fare in occasioni, spiacevoli, come questa.

Accusata, inizialmente per tale motivo, ma in realtà la sua scelta non avrebbe dovuto creare così tanto scalpore poiché è norma che la Corona non entri in questioni politiche. Tuttavia a far trapelare la posizione della Royal Family ci hanno pensato i Cambridges e i Duchi di Sussex, esprimendo fin da subito la loro vicinanza al popolo ucraino.

Finché, dopo mesi dall’inizio del conflitto, Elisabetta ha deciso di far recapitare un messaggio all’ambasciata britannica in Ucraina; messaggio rivelatosi ultimo. Queste le sue parole: “Ho il grande piacere di estendere a Vostra Eccellenza e al popolo ucraino i miei più calorosi saluti in occasione della celebrazione del vostro Giorno dell’Indipendenza. In questo anno così difficile, spero che oggi sia un’opportunità per il popolo ucraino, sia in Ucraina che in tutto il mondo, per celebrare la propria cultura, storia e identità. Possano aspettarci tempi migliori in futuro”. 

Il messaggio era stato pubblicato sui social e accolto con grande favore del Presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

(foto Pixabay) 

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it