Marte Pixabay

NASA: trovate “possibili tracce di vita” su Marte

Il rover Perseverance, inviato dalla NASA su Marte, ha raccolto campioni di rocce in un’area ritenuta particolarmente significativa dagli scienziati, come rende noto l’agenzia spaziale americana dal proprio sito. Nelle rocce sono presenti molecole organiche potenzialmente riconducibili “a una sostanza o a una struttura che potrebbe costituire la prova dell’esistenza di una vita passata” su Marte “ma che potrebbero anche essere state prodotte senza che ci fosse vita”.

Sono stati raccolti dal rover 4 campioni dall’area corrispondente ad un antico delta di fiume nel cratere Jezero dal 7 luglio: il totale dei campioni di roccia ritenuti scientificamente rilevanti è salito a 12.

Il responsabile scientifico della NASA, Thomas Zurbuchen ha dichiarato: “Abbiamo scelto di inviare Perseverance ad esplorare il cratere Jezero perché pensavamo che avesse le migliori possibilità di fornire campioni scientificamente eccellenti. Adesso sappiamo di aver inviato il rover nella posizione giusta”.

(foto Pixabay) 

Condividi
Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it