Sequestrati oltre 10,8 milioni di euro a Marcello Dell’Utri

Sono stati sequestrati oltre 10,8 milioni di euro a Marcello Dell’Utri, con un provvedimento disposto dal gip e dalla procura distrettuale antimafia di Firenze.

A Dell’Utri si contesta la mancata comunicazione delle variazioni del reddito per un ammontare di oltre 42 milioni e mezzo. Questo perché condannato per concorso esterno in associazione di tipo mafioso con l’obbligo quindi di rispettare la legge Rognoni Latorre, le variazioni.
Il sequestro preventivo è avvenuto proprio perché la suddetta comunicazione non è stata effettuata. La procura di Firenze ha spiegato che la misura cautelare reale “si inserisce nel quadro di procedimento penale oggetto di un più ampio coordinamento investigativo. Coordinamento portato avanti, in ambito nazionale, dalla Direzione nazionale Antimafia, finalizzato all’individuazione dei mandanti esterni delle stragi continentali del 1993-1994“.

Questo il contenuto di una nota diffusa dalla procura, la quale specifica che nel corso del procedimento “sono stati condotti vari accertamenti concernenti i flussi finanziari che hanno riguardato Marcello Dell ‘Utri dal 2014 ad oggi. L’indagato, con più azioni e omissioni, in tempi diversi, in esecuzione di un medesimo disegno criminoso, pur essendovi tenuto ometteva di comunicare, entro i termini stabiliti dalla legge, le variazioni patrimoniali indicate nell’art. 30 della medesima normativa per un ammontare complessivo di 42.679.200 euro“.

(Screenshot SKY)

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it