Settimana corta di lavoro sperimentata da Luxottica

Luxottica sta attuando una sperimentazione della settimana lavorativa più breve, mantenendo invariato il salario dei dipendenti. La società di occhialeria ha recentemente firmato un accordo sperimentale con i sindacati Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil, oltre alle Rsu, nell’ambito del nuovo contratto integrativo aziendale per il triennio 2024-2026, destinato a quasi 15.000 dipendenti degli stabilimenti italiani del Gruppo.In un comunicato, Luxottica spiega che i dipendenti che opteranno per il nuovo modello orario con “settimane corte” a partire dal prossimo anno potranno godere di venti giornate libere all’anno, principalmente il venerdì. Queste giornate saranno in gran parte coperte dall’azienda e residuamente gestite tramite istituti individuali, senza alcun impatto sulla retribuzione. Questa innovazione sarà inizialmente introdotta in modo sperimentale in specifici reparti e aree produttive, offrendo una soluzione flessibile per modellare gli orari di lavoro in base alle esigenze personali.

L’accordo, come dichiarato dall’azienda, presenta un modello organizzativo dei tempi di lavoro altamente innovativo e gestisce la flessibilità produttiva, ampliando le opportunità di conciliazione tra vita e lavoro anche all’interno delle strutture produttive. L’obiettivo dichiarato è riaffermare il benessere dei dipendenti come motore di sostenibilità economica e sociale per l’azienda.

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it