Trump: niente immunità presidenziale per le accuse penali del 2020

Donald Trump non godrà dell’immunità presidenziale per le accuse penali collegate ai suoi tentativi di rovesciare i risultati delle elezioni statunitensi del 2020. Lo hanno stabilito con voto unanime i tre giudici della Corte d’Appello Usa di Washington. Tra le motivazioni della sentenza di legge che Trump, in questo caso penale, è stato giudicato come cittadino, non come Presidente. Per questo gli viene negata qualsiasi forma di immunità esecutiva, che avrebbe potuto proteggere il Tycoon quando era leader della Casa Bianca.

L’ex numero uno americano potrebbe ora fare rapidamente appello alla Corte Suprema. Trump cercherà in ogni modo di sfruttare l’immunità presidenziale invocata contro il processo istruito dal procuratore speciale Jack Smith. A carico dell’ex Presidente quattro capi di imputazione, tra i quali complotto per frodare gli Stati Uniti.

Trump si dichiara innocente, puntando forte sul fatto che le accuse si riferiscono ad atti compiuti quando era Presidente.

(Screenshot TV)

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it