Visco (Bankitalia): crescita Europa peggiorata per la guerra

Lo shock dei prezzi energetici dovuto all’invasione russa dell’Ucraina, assieme alle sanzioni, rischia di provocare “un peggioramento delle prospettive di crescita e, a ricaduta, maggiori pressioni al ribasso sull’inflazione di medio termine dopo i forti aumenti osservati finora“.

Lo ha detto il Governatore di Bankitalia Ignazio Visco intervenendo alla conferenza “The Ecb and Its Watchers XXII“. Visco ha avvertito che lo scenario di crescita è “gravemente peggiorato” rispetto alle ultime stime della BCE, che già riducevano la crescita al 3,7% quest’anno e al 2,8% il prossimo.

La guerra – ha inoltre affermato Visco – ha considerevolmente incrementato i rischi estremi. Mi riferisco principalmente alla preoccupante possibilità di una carenza di gas che spingerebbe i prezzi energetici ancora più in alto, o costringerebbe per qualche tempo a un razionamento di gas ed elettricità, interrompendo la produzione”.

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it