Zelensky sposta il Natale ucraino

Il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha firmato una legge con cui l’Ucraina ha spostato il Natale muovendola dal 7 gennaio al 25 dicembre. La scelta è stata presa in rottura con la Chiesa ortodossa russa. Tra le altre modifiche: la Giornata della statualità ucraina sarà spostata dal 28 luglio al 15 luglio e il 1° ottobre segnerà la Giornata dei difensori dell’Ucraina e la Giornata dell’intercessione della Santa Madre di Dio, invece del 14 ottobre. Il 27 luglio, la Chiesa ortodossa ucraina indipendente ha adottato il nuovo calendario giuliano, con la modifica che entrerà in vigore il 1° settembre.

In una nota del Parlamento si legge: “La lotta per la propria identità contribuisce al desiderio di ogni ucraino di vivere la propria vita con le proprie tradizioni e festività”. Lo scopo della legge è quello di “abbandonare l’eredità russa di imporre le celebrazioni natalizie il 7 gennaio”.

Verrà adottato il calendario “neo-giuliano”, secondo il quale per le feste legate al Natale si adottano le date del calendario gregoriano (quello seguito dai cattolici).

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it