Covid: forte aumento dei ricoveri

L’incremento dei ricoveri Covid negli ospedali italiani è ancora in crescita, con un aumento del 25,3% nel numero dei pazienti ospedalizzati nell’arco di una settimana. Questo dato emerge dalla rilevazione condotta negli ospedali sentinella affiliati a Fiaso, la Federazione delle aziende sanitarie e ospedaliere. La stragrande maggioranza dei pazienti ricoverati è nei reparti Covid ordinari, rappresentando il 3% del totale degli ospedalizzati in terapia intensiva.

Conformemente alle informazioni fornite da Fiaso, solo il 26% dei ricoverati negli ospedali è classificato come “per Covid”, ovvero con sintomi respiratori e polmonari, mentre il 74% è classificato come “con Covid”, indicando pazienti arrivati in ospedale per trattare altre patologie ma risultati positivi al coronavirus Sars-CoV-2.

Il Presidente di Fiaso, Giovanni Migliore, sottolinea che i dati più recenti confermano il trend in aumento dei ricoveri Covid in Italia. Egli osserva che c’è una maggiore circolazione del virus che, seppur in misura limitata, sta influenzando gli ospedali con un aumento dei ricoveri. Migliore sottolinea che l’età media dei pazienti rimane elevata, attestandosi a 76 anni, evidenziando il rischio maggiore per gli anziani affetti da altre patologie che il virus contribuisce ad aggravare. Inoltre, sottolinea che nonostante questa situazione, la campagna vaccinale registra ancora una bassa adesione, con poco più di un milione di persone che hanno ricevuto il vaccino anti-Covid.

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it