L’evento online “Buono!” e la scommessa sul food del domani

Due giorni di dirette e collegamenti in live streaming da tutta Italia, oltre 50 appuntamenti, più di 100 ospiti di livello internazionale e 14 panel tematici.  Sono i numeri, imponenti, di “Buono! Storie italiane di agricoltura, territori e cibo sostenibili”, l’evento che racconta l’importanza del food per il nostro futuro e che punta ad affermare il valore della sostenibilità come dimensione imprescindibile per il benessere sociale, culturale, ambientale ed economico e a cui hanno già assicurato la loro partecipazione il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli e il Ministro per le Politiche Giovanili, Fabiana Dadone. Buono! è un appuntamento organizzato e preparatorio di “Maker Faire Rome – The European Edition”, evento promosso dalla Camera di Commercio di Roma e realizzato in collaborazione con il Santa Chiara Lab – Università di Siena, con il supporto di Rural Hack e Agro Camera e con la partecipazione di Asvis, Arsial, Borghi Autentici e del Commissariato per la partecipazione dell’Italia a Expo 2020 Dubai.

L’evento online ha il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri in quanto l’evento rientra tra quelli ufficialmente riconosciuti dal MAECI. Con oltre 50 appuntamenti, più di 100 ospiti di livello internazionale e 14 panel tematici, l’iniziativa è dedicata a valorizzare i protagonisti del mondo delle imprese, della produzione, dell’alimentazione, del consumo di cibo e la cultura che gli si muove intorno, puntando ad affermare il valore della sostenibilità come dimensione imprescindibile per il benessere sociale, culturale, ambientale ed economico.

Il 25 giugno, verrà illustrato, alla presenza del Ministro Di Maio, il documento “Esperienze e impegni delle imprese italiane in vista del Food System Summit” redatto, nell’ambito del Tavolo MAECI sulle Filiere alimentari Verso il vertice dei Sistemi alimentari 2021 guidato dall’Ambasciatore Giorgio Marrapodi,  da un gruppo di lavoro costituito dai rappresentanti delle associazioni di categoria delle imprese del settore agroalimentare e coordinato dal Professore Angelo Riccaboni, Presidente del Santa Chiara Lab – Università di Siena.

Buono

Nel corso di Buono! il documento, che individua alcuni impegni concreti per promuovere ancora di più la sostenibilità delle imprese italiane dell’agrifood, verrà sottoscritto dai rappresentanti delle associazioni di categoria. All’interno di Buono! – Storie italiane di agricoltura, territori, cibo sostenibili, tali tematiche verranno trattate ponendo particolare attenzione al rispetto dei principi della sostenibilità ambientale e sociale e alla capacità da parte delle Istituzioni, degli amministratori pubblici, degli agricoltori e delle imprese di introdurre soluzioni innovative, indispensabili per far fronte alle sfide del settore.

Tra i tanti relatori e protagonisti di Buono! merita una particolar menzione Jeffrey Sachs, economista, Presidente del Sustainable Development Solutions Network (SDSN) e Direttore del Center for Sustainable Development alla Columbia University, che interverrà la mattina del 25 giugno nel panel “Il futuro sostenibile dell’Agrifood italiano a Expo 2020 Dubai”, preceduto dalla sessione “Le sfide dell’agrifood sostenibile per il Food Systems Summit” in cui interverranno Vincenza Lomonaco, Rappresentante Permanente della Repubblica Italiana presso le Organizzazioni Internazionali delle Nazioni Unite e Maurizio Martina, Vicedirettore FAO.

Una celebrazione della cultura mediterranea del cibo come insieme di abilità, conoscenze e tradizioni economiche e sociali, capace di enfatizzare i valori di ospitalità, vicinanza, dialogo interculturale e creatività e uno stile di vita guidato dal rispetto per la diversità. “Buono!” esplora le esperienze di alcuni per trasformarle in opportunità per tutti, celebrando quel ruolo centrale che da sempre l’Italia riveste nello scenario della cultura agro-alimentare e che sa trasformarsi in ispirazione e modello per la qualità della vita. Sostanzialmente, anche nella coltivazione, lavorazione e preparazione del cibo si vogliono affermare i valori della sostenibilità come dimensione imprescindibile per il benessere sociale, culturale, ambientale ed economico.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it