Kiev colpisce nave anfibia russa: “Non potrà più combattere”

L’Ucraina ha rivendicato l’ennesimo attacco riuscito contro la flotta russa del Mar Nero. Annunciato oggi, 26 marzo 2024, di aver colpito con un missile la nave anfibia ‘Konstantin Olshansky’ di cui i russi si erano impadroniti nel 2014 in Crimea.

“Attualmente questa nave non è in grado di combattere”, ha detto il Portavoce della Marina, Dmytro Pletenchuk. I russi avevano preso la Konstantin Olshansky, insieme a molte altre navi ucraine, quando avevano occupato la Crimea 10 anni fa. “Era stata rinnovata ed era pronta a essere usata contro di noi, per questo è stata presa la decisione di colpirla”, ha spiegato Pletenchuk.


Già domenica Kiev aveva annunciato di aver colpito due grandi navi da sbarco, la ‘Yamal’ e la ‘Azov’, un centro di comunicazione e diverse infrastrutture della flotta del Mar Nero della Federazione Russa a Sebastopoli. “È stato l’attacco più massiccio degli ultimi tempi”, ha detto il Governatore di Sebastopoli nominato dalla Russia, Mikhail Razvozhayev, aggiungendo che un uomo di 65 anni è stato ucciso e quattro persone sono rimaste ferite.

(foto di Pixabay)

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it