Netanyahu limita accessi a Spianata moschee durante Ramadan

Il Ptemier  israeliano Benjamin Netanyahu ha accettato la richiesta del Ministro della Sicurezza nazionale di estrema destra Itamar Ben Gvir di limitare il numero dei fedeli musulmani sul Monte del Tempio e sulla Spianata delle moschee durante il Ramadan che inizierà a metà marzo, come riferisce l’emittente ‘Channel 13’.

La decisione è stata presa nonostante lo Shin Bet abbia avvertito che il provvedimento potrebbe rischiare di infiammare ulteriormente le tensioni, soprattutto se si applica anche agli arabi israeliani.

La Polizia  israeliana, tuttavia, sarebbe favorevole a una decisione come quella presa da Netanyahu. “Il Premier ha preso una decisione equilibrata che consente la libertà religiosa con i necessari limiti di sicurezza, che sono stati stabiliti da funzionari professionisti” – si legge in una dichiarazione dell’ufficio del primo ministro.

Il tema, secondo i media, divide il Governo israeliano. Il ministro della Difesa israeliano Yoav Gallant e il ministro del gabinetto di guerra Benny Gantz si sono opposti apertamente alla decisione del premier.”Il Primo Ministro sta aggirando l’establishment della sicurezza e, a causa di ciò, commetteremo errori” – avrebbe detto Gallant durante l’incontro, riferendosi alla contrarietà dello Shin Bet e delle Forze di difesa (Idf).

Questa non è unità e non è un gabinetto. Non è così che lavoriamo” – avrebbe detto anche Gantz.

 

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it