olimpiadi nuoto

Olimpiadi Tokyo 2020: oggi è il giorno dei “ragazzi dell’acqua”

Oggi  la prima sfida di queste olimpiadi per i ragazzi “dell’acqua“.

A partire dalle ore 12, in Italia, ci sarà la 400 metri misti individuale maschile, dove troviamo nella quarta batteria Alberto Razzetti e Pier Andrea Matteazzi. Altri due italiani li troviamo nei 400 metri stile libero;  esattamente nella quarta batteria Gabriele Detti e nella quinta batteria Marco De Tullio. Nei 100 metri rana in settima batteria altri due giovani talenti italiani: Federico Poggio e Nicolò Martinenghi.

Alberto Razzetti, classe 1999, è un nuotatore italiano del Gruppi Sportivi Fiamme Gialle, specializzato nello stile delfino e nei misti. È detentore del record italiano nei 200m misti in vasca lunga, con il tempo di 1’57″13 fatto segnare nei campionati italiani primaverili del 2021; nella stessa distanza è anche primatista italiano della categoria cadetti. Nel 2021 ha vinto la medaglia d’argento nei 400 metri misti e la medaglia di bronzo nei 200 metri misti ai campionati europei disputati a Budapest.

Pier Andrea Matteazzi, classe 1997,  è un nuotatore italiano specializzato nei misti, atleta del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito. Nel 2017 la prima medaglia assoluta con il bronzo conquistato nei 400 misti con il tempo di 4:20. 88. 

Gabriele Detti, 26 anni, specializzato nello stile libero, è stato campione mondiale degli 800 m; medaglia di bronzo nei 400 m e nei 1500 m sempre in stile libero ai Giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016.

Marco De Tullio, 21 anni, alle Olimpiadi giovanili di Buenos Aires 2018, ha conquistato la medaglia d’argento nei 400 m stile libero, oltre al bronzo negli 800m e nella staffetta 4x100m stile libero.

Federico Poggio, classe 1998,  è entrato a far parte del gruppo sportivo Fiamme Azzurre del Corpo di polizia penitenziaria. Specializzato nello stile rana nei 100 della sua categoria, con il 59”39 al trofeo ‘Sette Colli’ a Roma, ha convinto il ct Cesare Butini che il posto, nella nazionale per Tokyo, doveva essere suo.

Nicolò Martinenghi, anche lui classe 1999, come Poggio è specializzato nello stile rana. Nel 2019, nel corso dei Campionati Italiani Assoluti invernali disputati a Riccione, vince la finale dei 100 m rana facendo registrare il tempo di 58″75, nuovo record italiano assoluto sulla distanza. Con questo risultato Martinenghi, inoltre, diventa il primo italiano nella storia ad infrangere il muro dei 59 secondi nei 100 m rana in vasca lunga.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it