Operazione “Katarion”: arresti del clan “Muto” di Cetraro

Questa mattina, nelle Province di Cosenza, Reggio Calabria e Torino, i militari delle Compagnie di Paola e Scalea, supportati dal personale del Comando Provinciale di Cosenza, dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, del Nucleo Carabinieri Cinofili di Vibo Valentia, del 14esimo Battaglione Carabinieri “Calabria, con la copertura aerea dell’Ottavo Nucleo Elicotteri Carabinieri, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Catanzaro, nei confronti di “associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti; produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti; estorsione, tentata e consumata, aggravata dal ricorso al metodo mafioso; detenzione illegale di armi da fuoco”.

Le misure emesse riguardano un gruppo criminale operante con l’autorizzazione della consorteria mafiosaMuto” che opera in Cetraro e nelle zone limitrofe del tirreno. Il provvedimento segue l’attività investigativa iniziata a maggio 2016 e che ha consentito di documentare: il controllo del traffico degli stupefacenti sulla costa tirrenica, il canale di rifornimento della cocaina, le piazze di spaccio e il controllo sul territorio attraverso la forza di intimidazione.

Nel corso dell’indagine, sono stati sequestrati significativi quantitativi di cocaina e hashish, nonché una sostanziosa somma di denaro in banconote di vario taglio, ritenuta provento dell’attività di spaccio. Arrestati 4 soggetti per spaccio di cocaina, registrando 241 episodi di cessione.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it