Pnrr-Tuscia, oltre 15 milioni di euro per Comuni, scuole e Asl

Oltre 15 milioni di euro per Comuni, scuole e Asl in arrivo nella provincia di Viterbo, con l’obiettivo di ridurre il divario digitale. Sono i dati presentati dal sottosegretario all’Innovazione, Alessio Butti, relativi all’attuazione delle misure M1- C1 e M1 – C2 del Pnrr nella Regione Lazio, presentati nell’ambito di Medioera, festival di cultura digitale, ha fatto un focus particolare sulla Tuscia e che si è concluso domenica 3 dicembre.

Il Sottosegretario Butti ha fatto il punto della situazione insieme al deputato Mauro Rotelli, Presidente della Commissione ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera.

I dati del Dipartimento per la trasformazione digitale mostrano le azioni portate avanti nella provincia su competenze digitali, piano scuole e sanità connesse, piano Bul (banda ultra larga) aree bianche, piano Italia a 1 giga, piano Italia 5G, piano Isole minori e Fascicolo sanitario elettronico (Fse).

Gli enti della provincia di Viterbo coinvolti nelle misure della Pa digitale sono 109, tra cui 59 comuni, 41 scuole, la Asl e 8 enti per un totale di finanziamenti di 15 milioni 97mila 487 euro.

Per i Comuni gli interventi interessano azioni di digitalizzazione degli avvisi pubblici, migrazione al cloud, diffusione della piattaforma digitale nazionale dati, adozione di modelli per la creazione di siti internet e l’erogazione di servizi pubblici digitali, adozione app Io, adozione piattaforma Pagopa, adozione identità digitale (Spid/Cie).

Per le scuole, invece, gli interventi previsti riguardano l’adozione di modelli per la creazione di siti internet e l’erogazione di servizi pubblici digitali e la migrazione al cloud. Mentre per la Asl riguardano il cloud per la sanità.

Il piano Scuole connesse – ha spiegato Butti – prevede interventi per connettere 67 sedi scolastiche in 24 comuni con servizi di manutenzione e gestione per 9 anni e attualmente, in provincia, risultano 16 sedi scolastiche attivate. Per quanto riguarda il fascicolo sanitario elettronico l’obiettivo di breve periodo è quello di completare gli aggiornamenti dei seguenti applicativi: lettera di dimissione ospedaliera, verbale di pronto soccorso, referto di radiologia, referto di laboratorio, scheda singola vaccinazione, certificato vaccinale”.

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it