Zelensky: “Meloni è con noi ma in Italia molti a favore di Putin”

Meloni è con noi, è dalla nostra parte, ma in Italia ci sono molti a favore di Putin e dovreste cancellare i loro visti“. Ha parlato così il Presidente ucraino Volodymyr Zelensky, durante una affollatissima conferenza stampa a Kiev. Un rapporto che il leader ucraino giudica positivo con il nostro Paese: “Sono felice dell’accordo che abbiamo firmato ieri con la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Ci sono molti pro Putin in Italia. Dovreste cancellare i loro visti. Anche quella dei visti è un’arma da adottare. Stiamo preparando una lista ma non di italiani, di propagandisti russi“, afferma Zelensky.

Secondo il Presidente ucraino il sostegno dell’Europa essere fondamentale, specie ora che per ragioni economiche si paventa un possibile passo indietro degli USA. “Kiev – ha dichiarato Zelensky – ha perso sinora 31mila uomini. L’Ucraina continuerà a cedere terreno alla Russia finché non riceverà armi e munizioni dall’Occidente. Non abbiamo alternativa alla vittoria. Se l’Ucraina perde, cessa di esistere. Non possiamo accettare un epilogo del genere. La vittoria dell’Ucraina dipende dal sostegno che arriva dall’Occidente. Se avremo armi e munizioni, vinceremo“.

In sostanza, fino alla ricezione di nuove armi per raggiungere il livello russo, l’Ucraina continuerà a perdere 100-150 metri di terreno al giorno. Per Zelensky l’ipotesi del dialogo con Putin al momento è irrealizzabile: “Si può parlare con un sordo? Si può parlare con un uomo che uccide i suoi oppositori? Proporremo una piattaforma in cui Putin possa accettare di aver perso questa guerra e che è stato un enorme errore e una tragedia per noi e per il mondo democratico“.

(Screenshot TV)

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it