Zelensky minaccia una dura risposta per l’attacco russo su Odessa

In una guerra sempre più complessa per l’Ucraina, costretta a fare i conti con la carenza di munizioni e con le spallate della Russia, Zelensky non ha nessuna intenzione di gettare la spugna. L’ultimo summit con i vertici delle forze armate, e in particolare con il generale Oleksandr Syrsky, secondo il presidente ha prodotto risultati importanti che si tradurranno in azioni efficaci.

Zelensky prepara la risposta all’attacco russo su Odessa. “Abbiamo determinato “i punti più vulnerabili del nemico, che possono essere usati per infliggere il maggior danno ai russi. Questo danno lo infliggeremo. Più lo stato russo perde e maggiore è il prezzo dell’aggressione, più vicina sarà una fine giusta di questa guerra“, le parole di Zelensky dopo il vertice con Syrsky, con il Capo dell’intelligence militare Kyrylo Budanov e con il Vicecomandante in capo Vadym Sukharevskyi, responsabile per i droni.

Zelensky ha incontrato anche alcuni Ministri, oltre a rappresentanti di Aziende del complesso militare-industrialee e di istituzioni coinvolti nella produzione di droni avanzati. Il Presidente ucraino ha affermato  che – “i droni dovranno avere una portata ancora maggiore e gli attacchi dovranno essere efficienti e su larga scala. Abbiamo determinato gli obiettivi e le tempistiche. Nessun atto terroristico russo rimarrà impunito“.

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it