Medico Navalny

Morto improvvisamente il Medico di Navalny

Il medico russo che ha curato Alexey Navalny dopo l’avvelenamento da Novichok, la scorsa estate, all’ospedale di Omsk, è morto improvvisamente a 55 anni.

Il Medico migliore dell’Ospedale

Il medico russo, Sergey Maksimishin, è morto improvvisamente nella giornata di ieri. Una nota ha confermato la notizia, poi diffusa dalla Cnn, dall’ospedale stesso in cui lavorava: “Con rammarico, vi informiamo che il Vice Capo Medico per l’anestesiologia e la rianimazione dell’Ospedale di Emergenza №1, assistente del Dipartimento dell’Università statale di Medicina di Omsk, Dottore di ricerca in scienze mediche Maksimishin Sergey Valentinovich è improvvisamente morto”.

Era il medico migliore della struttura e nonostante ciò nessuna risposta, ancora, sulla causa del decesso.

Alexey Navalny si trova ora in carcere, dopo la condanna dello scorso martedì, in seguito ad un processo che ha chiesto 3 anni e mezzo di carcere, per l’oppositore di Putin.

Aveva violato le condizioni sulla libertà condizionale in seguito a una condanna del 2014.

Il dissidente era andato in Germania a farsi curare, dopo essere scampato alla morte in seguito all’avvelenamento della scorsa estate, complottato dai servizi segreti russi. Dopo le prime cure ricevute in Russia, proprio dal medico Sergey Maximishin, ilNavalny era giunto nel paese europeo per farsi curare, ma poi ha deciso di rientrare.

Domani ennesimo processo per Navalny

Appena arrivato in Russia, Navalny è stato arrestato e il suo arresto ha scatenato proteste violentissime nelle maggiori città russe.

In quell’occasione, la Polizia russa ha colpito coi manganelli ed è accusata di un uso eccessivo della forza contro i manifestanti pacifici.

Ma per il Cremlino risponde dicendo che sono azioni “nell’ambito della legalità” e se le celle sono ora sovraffollate la colpa è dei dimostranti che hanno partecipato a proteste non autorizzate.

Navalny domani tornerà in Tribunale per l’ennesimo processo, l’accusa, questa volta, è di aver diffamato un veterano della Seconda Guerra Mondiale.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it