Crisi di Governo: si allontana sempre più l’ipotesi di un Draghi bis

Ancora segnali di scarso senso dello Stato e di irresponsabilità da parte della politica italiana la delegazione al Governo  del M5S che è divisa sulla permanenza o meno all’interno della maggioranza, mentre nelle stesse ore la Lega di Salvini e Firza Italia con Berlusconi chiudono a qualsiasi ipotesi di poter continuare a sedere insieme ai 5S nell’esecutivo.

Una situazione che se non trova soluzione entro mercoledì allontana sempre più da un Governo Draghi bis, supposto che il Premier abbia voglia di affrontare questa nuova avventura istituzionale.

Il Pd, da parte sua, continua a spingere per  un ripensamento di Draghi, che potrebbe comunque contare su un’ampia maggioranza anche senza il M5S, e resta pertanto del parere  che “formato e perimetro” della maggioranza debbano rimanere inalterati.

Ma se queste sono le premesse – commenta  il Sottosegretario  a Palazzo Chigi Bruno Tabacci –  la legislatura è finita” e del resto anche il Ministro leghista Giancarlo Giorgetti ammette che “le squadre sono ormai stanche e la partita è difficile da sbloccare“.

Interviene nei commenti anche Pier Ferdinando Casini; “Draghi è la nostra garanzia a livello internazionale, ha tenuto una posizione ineccepibile e deve rimanere“.

La missione in Algeria del premier Mario Draghi prevista per tutta la prossima settimana  è stata ridotta a un solo giorno, perché la giornata di martedì sarà un giorno di pausa per ulteriori riflessioni e contatti e poi mercoledì il Presidente  del Consiglio si presenterà alle Camere così come richiesto dal Capo dello Stato Sergio Mattarella.

“Il passaggio parlamentare, voluto da Mattarella anche per parlamentarizzare la crisi è giustissimo”, commenta  anche il Ministro  della Salute che si dice convinto che non sarà possibile  un Draghi bis, di cui sono convinti promotori i Leaders di Più Europa ed Azione e Italia Viva.

Matteo Renzi lancia una petizione online: “Faremo di tutto per avere un Draghi Bis libero dai condizionamenti che affronti le scelte necessarie al Paese“.

(Foto di Agenzia DiRE)

Autore:

Redazione

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it