laura torrisi

Laura Torrisi di nuovo in ospedale. Dopo tre mesi ancora un ricovero

Laura Torrisi è tornata di nuovo in ospedale dopo l’intervento subito tre mesi fa.  Infatti proprio nel mese di dicembre l’attrice era stata sottoposta ad un intervento a causa dell’endometriosi e il leiomioma dell’utero.

Il nuovo ricovero è stato annunciato da Laura Torrisi con un nuovo post su Instagram dove scrive: “Tre mesi fa pensavo di aver chiuso un ciclo e invece eccomi qua. Di nuovo. Oggi allegra come Heidi a Francoforte. Lo smalto l’ho tolto, i capelli li ho legati, le calze anti trombo (in tutti i sensi) ci sono, direi che posso andare. La vita è così: cadi 7 e ti rialzi 8…Ok. Ma se nel frattempo però ci fosse un po’ più di recupero, non mi dispiacerebbe!! Il tempo di aggiungere qualche altra tacca alla collezione di cicatrici e torno! E dopo, solo sorrisoni!

Laura combatte sia contro l’endometriosi che contro il leiomioma dell’utero da tanto tempo; ora si trova di nuovo in clinica per tutti i controlli necessari, in attesa di scoprire se dovrà operarsi nuovamente. Tantissimi i messaggi di supporto e vicinanza, come quello lasciato da Sandra Milo che scrive: “Laura mia adorata, dai, quest’ultima prova da affrontare ancora e poi sarà tutta nuova vita! Sono con te! Ti voglio bene. Un abbraccio virtuale in attesa di poterlo fare realmente in sicurezza quando sarà possibile“.

Cosa sono l’endometriosi e il leiomioma dell’utero con cui combatte Laura Torrisi

L’Endometriosi è una malattia femminile, determinata dall’accumulo anomalo di cellule endometriali fuori dall’utero. Solitamente le cellule endometriali dovrebbero trovarsi all’interno di esso. Questa anomalia determina nel corpo infiammazione cronica dannosa per l’apparato femminile, che si manifesta tramite forti dolori e sofferenze addominali. Mentre i leiomiomi dell’utero, conosciuti più comunemente come fibromi dell’utero o fibromiomi dell’utero, sono delle neoplasie benigne più frequenti nelle donne in età fertile.

L’endometriosi da sola non comporta necessariamente sterilità. Nonostante ciò è presente nel 30% delle pazienti affette dalla malattia. Ma insieme ai leiomiomi se non curato per tempo può portare la donna alla sterilità nel 5/10% dei casi.

 

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it