Prince

Prince cinque anni senza di lui. Un vuoto che non si potrà mai colmare

39 album in studio, 29 tour mondiali, 5 film di cui quattro da regista; ecco cosa ha fatto Prince. Ma il 21 aprile 2016 il cantante ci ha lasciato e così anche tutto quello che avrebbe potuto creare ancora per i suoi fan. È vero sono stati trovati centinaia di brani inediti e il 30 luglio uscirà “Welcome 2 America“, ma lui non si esibirà più. Si può però dire che, anche se Prince non è più tra noi, altra musica ci sorprenderà.

Genio ribelle della black music, stroncato da un’overdose di un farmaco oppioide mentre era da solo nell’ascensore della sua villa-studio a Minneapolis. Fu un artista multiforme, il cui talento era in grado di esprimersi in tutte le maniere possibili: cantante strepitoso, chitarrista e pianista di livello eccelso, ballerino dall’irresistibile carica sensuale, polistrumentista. Prince era una sorta di enciclopedia vivente della musica, capace di spaziare da Duke Ellington ai Led Zeppelin con grande disinvoltura. Nel 1978 esce con il suo primo album prodotto, scritto, suonato e interpretato da lui stesso, dal titolo “For You” per la Warner Bros

Mentre il suo 39esimo album “HITnRUN Phase Two” è stato pubblicato in esclusiva su Tidal il 12 dicembre 2015, prima della sua uscita su CD, avvenuta il 21 gennaio 2016 dalla NPG Records cioè 3 mesi prima della sua morte.

Benché iniziata prestissimo la vita da star per Prince è stata tutt’altro che semplice, anche in virtù di un conflitto con l’industria discografica i cui toni sono cresciuti nel corso degli anni fino a sfociare nella guerra aperta che lo ha portato a rompere contratti miliardari e a ripudiare il proprio nome presentandosi come Tafkap cioè “The Artist Formerly Known as Prince” o un semplice simbolo. Non sono mancate le improvvise svolte stilistiche, i flop e le stupefacenti resurrezioni artistiche. In mezzo picchi inarrivabili come “Sign O’ The Times“. 

Prince e Michael Jackson insieme

Come per Michael Jackson, non mancano le teorie complottistiche che credono Prince ancora vivo e nascosto in qualche parte del pianeta. Per alcuni Prince non solo era un cantante ‘pulito’ cioè niente alcol, niente droghe, dieta vegana, ma esigeva questo stile di vita anche per tutti i suoi musicisti e collaboratori e quando c’era la possibilità nelle sue canzoni di mettere in cattiva luce la droga lo faceva, senza timore di risultare conservatore. Ecco perché in tanti credono che in realtà non sia mai morto. Magari in qualche isola deserta a sorseggiare un “martini” insieme proprio a Michael Jackson.

Cinque anni senza Prince; un vuoto che non si potrà mai colmare.

Per informazioni scrivere a: info@tfnews.it